Chi siamo  |  Link amici  |  Contatti  |  Forum  |  Cerca
Home > Archivio > Newsletter > Numero 40
Cosa Fare Per:

Rimedi Naturali:


Archivio
Newsletter
In questo numero: - Un fastidioso problema femminile: l'endometriosi - I vostri messaggi - Iperico: il migliore trattamento per la depressione.
Un fastidioso problema femminile: l'endometriosi.

L'endometrio è la mucosa che riveste l'interno della cavità dell'utero. L'endometriosi è la condizione in cui si sviluppano isole di tessuto con le stesse caratteristiche anche in altre sedi. Si potranno quindi trovare formazioni di tessuto endometriale nell'ambito di tutta cavità addominale. Spesso si trova nella muscolatura oppure in corrispondenza del fondo o della parte posteriore dell'utero giungendo fino a deformare l'organo in caso di crescita abnorme. Altre sedi dell'endometriosi sono l'ovaio, le tube, la vescica, l'intestino, il setto retto-vaginale, il peritoneo pelvico e i legamenti uterini. Queste cellule si comportano come il resto del rivestimento dell'utero, cioè vanno incontro alle stesse modificazioni cicliche della mucosa uterina. Quindi, al momento della mestruazione, si verificano gli stessi fenomeni che interessano l'endometrio nella sua sede naturale. Mentre in quest'ultimo caso il sangue e i frammenti di endometrio vengono eliminati all'esterno attraverso il canale cervicale e la vagina, nel caso delle formazioni endometeriali non esiste questa possibilità. Poiché il fenomeno si ripete ad ogni ciclo mestruale si formeranno gradualmente delle cisti con accumulo di sangue scuro. L'endometriosi può dar luogo a dismenorrea (mestruazioni dolorose), dolore durante i rapporti sessuali, infiammazioni e possibile infertilità. Le probabilità di contrarre questa malattia riguardano le donne in età fertile fino a circa i 45 anni di età, poi dovrebbero decrescere. Non si conoscono esattamente le cause della sua insorgenza, sicuramente è una condizione ormone-dipendente, provocata da alti livelli di estrogeno. L'estrogeno e il progesterone sono due ormoni essenziali per la riproduzione. L'equilibrio dei livelli di questi ormoni è particolarmernte importante per la donna. Si ritiene che anche il procrastinamento della prima gravidanza o l'inizio delle mestruazioni in età più giovane siano alcune delle cause dell'endometriosi. In passato una donna in media passava attraverso circa 40 cicli mensili prima di una gravidanza, mentre ora possono passare anche dieci-dodici anni prima che una donna decida di mettere al mondo un figlio. Ci potrebbero essere anche delle cause ambientali nell'insorgenza di questa malattia. Nelle società industrializzate troviamo molti più xenoestrogeni rispetto alle civiltà contadine o meno sviluppate. Infatti troviamo estrogeni nelle carni di animali, in funghicidi, pesticidi ed erbicidi, come pure nei contenitori di plastica che contengono cibi o cosmetici. Il trattamento che la medicina convenzionale propone è di tipo ormonale, utilizzando la pillola contraccettiva e progesterone sintetico o farmaci che rendono la donna temporaneamente in menopausa aumentando le probabilità di sviluppare il cancro al seno. L'obiettivo è quello di ridurre il livello di estrogeno nell'organismo. Gli effetti di una prevalenza di estrogeno sono: -produzione di endometrio proliferativo -aumento dei grassi corporeo -ritenzione idrica e salina -depressione ed emicranie -interferenza con le funzioni della tiroide -aumento della coagulazione del sangue -diminuzione della libido -peggioramento del controllo degli zuccheri nel sangue -perdita di zinco e ritenzione di rame -riduzione del livello di ossigeno nelle cellule -aumento del rischio del cancro al seno -limitazione delle funzioni degli osteoclasti (osteoporosi) -riduzione del tono vascolare * I rimedi naturali. * La principale scelta della medicina naturale per trattare questa e altre condizioni dovute ad un eccesso di ormoni sessuali (fibroma uterino, ovaia policistica, iperplasia endometriale) è l'utilizzo del progesterone naturale sotto forma di crema da applicare sul palmo della mano, oppure sulla faccia, collo, petto, ascelle o dietro le ginocchia. Questo trattamento dovrebbe riuscire a riportare in equilibrio la situazione ormonale. La crema dovrebbe essere applicata dal 6° al 26° giorno del ciclo mensile, interrompendo proprio quando iniziano le mestruazioni. I benefici del progesterone naturale sono: -mantiene la secrezione endometriale -facilita l'azione della tiroide -agevola l'utilizzo di grassi per la produzione di energia -antidepressivo -diuretico -ripristina gli appropriati livelli di ossigeno cellulare -ripristina la libido -normalizza i livelli di zuccheri nel sangue -normalizza il ciclo mestruale -normalizza i livelli di zinco e rame -normaloizza la coagulazione -protegge da fibrocisti al seno -aiuta a prevenire il cancro endometriale -aiuta a prevenire le cisti ovariche e cancro alle ovaie -precursore della produzione di cortisone -stimola le cellule osteoblasti (generazione di tessuto osseo) A parte i derivati della soia, uno degli ingredienti più utilizzati nella produzione di progesterone naturale è senz'altro l'igname selvatico messicano (discorea villosa). I produttori dichiarano che questa pianta riesce a produrre una sostanza identica al progesterone prodotto dal corpo umano. Recenti studi però hanno evidenziato che i composti attivi dell'igname (wild yam ), saponina e diosgenina, non possono essere convertiti in progesterone. Infatti, il corpo umano non possiede enzimi che riescano a convertire la diosgenina in progesterone. Ciò non significa però che la diosgenina non porti benefici; è stata utilizzata per secoli dai fitoterapeuti come anti-infiammatorio, antispasmodico, colagogo, diaforetico, rilassante viscerale, per mestruazioni dolorose e coliche biliari. Potrebbe essere utile per l'endometriosi favorendo l'eliminazione dell'estrogeno in eccesso attraverso la bile. Per prevenire e trattare l'endometriosi sono state utilizzate anche altre combinazioni di erbe quali: tarassaco,verbena, valeriana, luppolo, achillea, borragine e cardo mariano per ripristinare le funzioni epatiche. Assolutamente utile per ridurre la presenza di estrogeno è l'esercizio fisico regolare almeno 3-4 volte la settimana. Il complesso delle vitamine B ed in particolare la B6 dovrebbero essere sempre incluse nel trattamento dell'endometriosi. La vitamina B6 ha un ruolo importante nel mantenere un corretto equilibrio degli ormoni femminili. Aiutando a convertire l'estradiolo, una forma di estrogeno, in estriolo, la sua forma meno dannosa e meno cancerogena, combatte una delle cause di cancro nelle donne. Assieme alla vitamina B6 (100-200mg al dì) andrebbero associati anche alcuni nutrienti definiti Fattori lipotropici: metionina (500-1000mg), colina (1000-1500mg) e inositolo (1000-1500mg). La vitamina A nella sua forma di betacarotene può essere utile per ridurre l'eccessivo sanguinamento delle mestruazioni associate con l'endometriosi. In genere sono consigliate 5.000 UI (unità internazionali) al giorno, anche se qualche autore arriva a consigliarne 30-60.000. Vitamina C: riforza i capillari, riducendo il sanguinamento e i crampi. Dosi consigliate: 1-3gr. Bioflavonoidi: antiossidanti che aiutano a regolare, normalizzare e ridurre i livelli di estrogeno. Contenuti nella scorza e nella polpa bianca delle arance, limoni, cedri. Nei mandarini (compreso il succo), albicocche, ciliegie, uva, cavoletti di Bruxelles, pepe verde, pomodori, papaia. Vitamina E: viamina essenziale per riparare dagli effetti distruttivi degli estrogeni. 200-400 UI. Acidi grassi essenziali: aiutano a rilassare i muscoli e i vasi sanguigni per evitare i crampi. Si trovano comunemente nelle noci, salmone, sgombro e trota. Dieta: si dovrebbero evitare i grassi saturi (latticini, carne, burro, biscotti, torte industriali, salumi, ecc), caffeina, sale, zucchero e cioccolato. Adottare preferibilmente una dieta vegetariana ricca di fibre. C'è un'evidenza sostanziale che l'endometeriosi sia collegata ad alti livelli di estrogeno causati spesso da malattie o malfunzionamento epatico che non riesce ad eliminare (attraverso la bile) le quantità in eccesso dell'ormone. Quindi riuscire a restituire funzionalità al fegato può essere un modo per combattere l'endometeriosi. In primo luogo riducendo, se possibile, le situazioni di stress che causano tensione e reprimono la vitalità dell'organo. Inoltre, a molte donne vengono somministrati antidolorifici per controllare il dolore. Siccome questi farmaci danneggiano proprio il fegato e i reni, a lungo termine il problema potrebbe anche peggiorare. Il calcio in una forma facilmente assimilabile (ascorbato o gluconato) può essere un efficace sostituto degli antidolorifici. Da prendere con il magnesio per bilanciare la presenza di calcio nell'organismo. Alcune abbonate hanno chiesto notizie sulla cimicifuga racemosa (black cohosh), una pianta che è ormai una realtà, essendo stata sperimentata da più di 40 anni in Europa su 1,5 milioni di persone. Nonostante qualche autore sostenga che possa avere un effetto ormone-modulatore, essa ha un' attività estrogena, quindi in teoria non dovrebbe essere impiegata nel caso di patologie causate dalla prevalenza di questo ormone. La cimicifuga è stata impiegata efficacemente al posto della terapia ormonale sostitutiva nel trattamento dei sintomi della menopausa. In Germania, un recente studio su 629 pazienti con diverse situazioni sintomatiche dovute alla menopausa, circa l'80% hanno ottenuto dei benefici dall'uso della cimicifuga. Il 40% delle volontarie hanno ottenuto una importante riduzione delle vampate di calore, sudorazione, emicrania, vertigini, palpitazioni e tinnito, mentre più del 39% ha riportato una significativa riduzione dei sintomi compreso nervosismo, irritabilità e depressione. Effetti collaterali sono stati accusati da solo il 7% (non specificati problemi gastrointestinali), ma non tali da interrompere il trattamento. ====================================================

I vostri messaggi.


Salve mi chiamo luca Vecchi, se fosse possibile vorrei chiedervi di decifrare i componenti di un determinato Shampoo americano di cui faccio, uso tutti i giorni da ormai molto tempo, vi chiedo questa cortesia, perche teoricamente dovrebbe essere uno shampoo naturale indicato per contrastare il DHT, una delle principali cause della caduta dei capelli, e che quindi, teoricamente non potrei farne a meno. Quello che interessa a me e sopratutto sapere, se alcuni di questi ingredienti sono cancerogeni o comunque tossici. Deionized water, Disodium Laureth Sulfosuccinate, Cocoamphocarboxyglycinate, Cocamide MEA, Aloe Vera,Jojoba Oil, Cocoyl Sarcosine, Dimethicone, Ethylene Glycol Stearate,Polyquatrenium-4, Panthenol (vitamin B5), Saw Palmetto Extract,Niacin (vitamin B3), Guar,SoyProtein, Pyridoxine Hydrochloride (vitamin B6), silk Protein, Allantoin, Ascorbic Acid (vitamin C), Alpha Linolenic Acid, Gamma Linolenic Acid, Linoleic Acid, Zinc Sulfate, Azaleic Acid,Menthol, Benzophenone-4, Methyl Paraben, /////

Massimo Soldati ha scritto: Subject: Ancora SLS A proposito di SLS. Programmi televisivi e siti di medici affermano che e' una bufala di internet e che l'SLS non e' cancerogeno. Io preferisco usare prodotti naturali e non mi fido di quanto dicono le voci ufficiali, che molto spesso proteggono degli interessi (il Talidomide, il DDT solo con gran ritardo sono stati classificati come pericolosi), ma comunque vorrei saperne di piu'. E' proprio sgradevole non avere informazioni certe. //////

Valter ha scritto: vorrei sapere se esiste una lista delle marche sui prodotti per l'igene personale che usano prodotti cancerogeni ///////////

Buongiorno, ho avuto occasione di leggere il vostro articolo riguardante i detergenti cancerogeni e vorrei comunicarvi di aver riscontrato gli ingredienti pericolosi da voi citati nei seguenti prodotti: SANEX bagnodoccia L' OREAL PLENITUDE lozione struccante occhi TEA TREE OIL sapone liquido KELEMATA igiene intima MENTADENT BI ACTIVE dentifricio PANTENE PROV shampoo In pratica tutti i prodotti che utilizzo abitualmente.... Come una cosa simile possa essere possibile rimane per me un mistero! Vi ringrazio. Alla prossima Marzia ///

N: Concordo con quanto scritto dal dott. Soldati: è proprio sgradevole non avere informazioni certe. Al Talidomide e DDT aggiungerei anche l'uso dell'amianto i cui effetti (mesotelioma) stanno provocando quasi un'epidemia. Sarebbe auspicabile che le autorità che tanto si preoccupano della nostra salute stabilendo ad esempio qual'è la dose giornaliera massima ammissibile nel caso di integrazione vitaminica, dedicassero un po' della loro preziosa attenzione a questi temi. Siamo tutti disorientati nel sentire chi ci assicura della non cancerogenicità ad esempio del SLS; forse queste sostanze prese singolarmente potrebbero anche essere innocue, ma c'è qualcuno che si è preoccupato di studiare gli effetti sulla salute dei vari cocktails presenti nei prodotti per l'igene personale? //////////

Io e mia moglie stiamo tentando una gravidanza da più di un anno. Recentemente ci sono stati consigliati alcuni esami dai quali si è rilevata una bassa motilità degli spermatozoi (30-50% motilità). In particolare, dal post-coital test (eseguito da mia moglie dopo 9 ore dal rapporto), il risultato è stato il seguente: Pool vaginale Pool esocervicale Pool endocervicale spermatozoi/mm3 400 100 200 spermatozoi/HPF 8 2 4 Motilità spermatozoi(%): immobili 100 100 100 Giudizio: negativo. Volevo sapere se tali risultati evidenziano una causa di infertilità e se, eventualmente, esiste una cura naturale che posso effettuare. Grazie, Fabio (Treviso) N: la cobalamina (vitamina B12) è uno dei nutrienti essenziali per il sistema riproduttivo sia maschile che femminile. Uno studio ha evidenziato l'aumento del numero degli spermatozoi dopo un periodo di integrazione con la B12. //////////

Salve, approfitto ancora della vostra gentilezza: una mia cara amica sta cercando una crema transdermica al progesterone naturaleestratta dall'igname selvatico messicano, ma, nonostante diverse riviste e libri ne abbiano parlato e in modo positivo, non è riuscita a trovarla, pur essendo riuscita a sapere che è della Vepro. Quello che vorrei chiedervi è questo: l'igname selvatico, è l'unica pianta da cui si può ottenere il progesterone naturale? In fitoterapia , omeopatia, ecc., esiste qualche altra cosa che abbia le funzioni del progesterone? Se sì, potreste indicarmi i nomi di tali prodotti e la modalità d'uso? Vi ringrazio per la gentilezza. ramaela5 ////////

Vi scrivo per proporvi una domanda relativa agli alimenti di produzione biologica. Sto pensando di iniziare a consumare alimenti di origine biologica altre che alimenti di origine industriali. Dovro però limitarmi a fare solo una piccola spesa di "biologico" dato che non ho grandi risorse finanziarie. Vi sarei grato se poteste indicare sulla rivista quali alimenti sarebbe preferibile fossero di origine biologica (ad esempio i fiocchi di crusca è preferibile siano biologici dato che l'accumulo di antiparassitari è molto più elevato sulla crusca che sul cuore del chicco mentre la farina raffinata per lo stesso motivo è già meno importante che sia biologica) Grazie Gianni Stival ///////

Sono alla ricerca di informazioni sugli inconvenienti (ma anche sui pregi) dei sistemi di purificazione dell'aria basati sulla ionizzazione. In particolare avevo preso in considerazione l'acquisto di un sistema della Beghelli, compatto, da tavolo e completo di una buona descrizione sul funzionamento e sulla natura della purificazione: si parla diffusamente della liberazione di ioni negativi tanto salutari (?), dell'assenza di ozono liberato nell'aria, e della depurazione da fumo di sigaretta (che è il mio problema: sono in un ambiente di forti fumatori e per varie ragioni non è possibile un accomodamento civile). Ma non sono così convinto! Come può questo coso non produrre ozono, se è basato sull'emissione di una nuvola elettronica? È davvero possibile che non produca, in realtà, radicali liberi a iosa, partendo dal tanto temuto fumo di sigaretta, ma anche dallo smog o altri inquinanati (e non)? Visto che questi purificatori stanno divenendo abbastanza popolari, questo argomento potrebbe interessare un po' tutti... Spero in un'indicazione abbastanza veloce perchè ci sto diventando matto nella mia camera a gas!!!! Grazie a tutti e Salute. N: Non conosco le caratteristiche del prodotto da te indicato. Sul mercato ci sono ottimi prodotti filtro aria/ionizzatore che non emettono ozono. Ritengo però che la soluzione migliore sia quella dell'approvazione in tempi rapidi della legge anti-fumo nei luoghi pubblici. Ma sembra non ci sia molta fretta. ////////

Subject: Vaccino killer Date: Fri, 20 Oct 2000 16:30:56 +0100 X-Priority: 3 E adesso, chi lo dice alle madri che hanno vaccinato i loro figli ? chi andrà a dire loro che "ora" i loro figli rischiano "la mucca pazza " ? Mario Madei



Articoli correlati
Menopausa, osteoporosi, PMS: un aiuto naturale
Numero 106

 
LINK SPONSORIZZATI



Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'naturvit_natur'@'localhost' (using password: YES) in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 128

Warning: mysql_select_db() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 129

Warning: mysql_query() expects parameter 2 to be resource, boolean given in /home/naturmed/public_html/include/funzioni.php on line 153
Peccato! query fallita:
  • errorno=0
  • error=
  • query=SELECT * FROM tbl_catalogo_prodotto WHERE online='Y'